La tua ULSS cambia nome!


Dal 1 gennaio 2017, in seguito alla riorganizzazione della sanità in Veneto, ULSS 1 e ULSS 2 si uniscono nella nuova

ULSS 1

DOLOMITI

generic image
Home » Area Amministrativa » Ausili e protesi » Forniture protesi e ausili a favore di minori ed invalidi civili di guerra e di servizio

Aggiornato il 13/11/2014

Forniture protesi e ausili a favore di minori ed invalidi civili di guerra e di servizio

Sedi e orario Sportelli amministrativi centrali e territoriali

L’assistenza protesica comprende le prestazioni erogabili dall’Ulss consistente nella fornitura di dispositivi nel rispetto del decreto ministeriale 27 agosto 1999 n. 332 noto come Nomenclatore tariffario.

Gli ausili protesici sono concedibili agli aventi diritto individuati dall’articolo 2 del predetto D.M. In dettaglio gli aventi diritto sono le seguenti categorie:

gli invalidi civili, di guerra e per servizio, i ciechi e sordomuti, ed i minori di anni 18, gli istanti in attesa di accertamento di invalidità, gli istanti in attesa di accertamento entero-urostomizzati, laringectomizzati, tracheotomizzati e amputati di arto, le donne che abbiano subito mastectomia e coloro che abbiano subito intervento demolitore di occhio, i ricoverati in struttura sanitaria accreditata pubblica o privata per i quali sia necessaria e urgente l’applicazione di una protesi. Per gli invalidi del lavoro competente per l’assistenza protesica è l’INAIL. E’ necessario inviare al Servizio Convenzioni e prestazioni copia del Verbale di invalidità o della domanda di invalidità per procedere all’autorizzazione.

Le prescrizioni di assistenza protesica sono rilasciate dai medici specialisti ospedalieri pubblici, e le relative autorizzazioni per la concessione devono essere rilasciate dall’ufficio competente Ulss entro venti giorni dalla richiesta. Dopo la consegna del presidio l’assistito deve sottoporre il presidio ricevuto al collaudo da parte del medico prescrittore. Le prescrizioni devono essere inviate al Servizio Convenzioni e prestazioni.

In caso di smarrimento, rottura o particolare usura del dispositivo è possibile per una sola volta  rinnovare la fornitura del presidio.

 Gli ausili sono suddivisi in tre elenchi: l’elenco uno contiene i presidi (protesi, ortesi e ausili tecnici) costruiti su misura per l’assistito e quelli di serie la cui applicazione richiede modifiche eseguite da un tecnico ortopedico; l’elenco due contiene i presidi di serie la cui fornitura non necessita l’intervento del tecnico ortopedico, mentre l’elenco tre contiene i presidi acquistati direttamente dall’Ulss. Per casi di particolari e gravissime disabilità l’Ulss può autorizzare la fornitura di presidi non inclusi negli elenchi suddetti. Qualora gli ausili prescritti sono disponibili e fornibili direttamente dall’Ulss di Feltre questa provvede alla consegna a domicilio, gli ausili forniti dalle Sanitarie convenzionate sono consegnati dalle stesse agli assistiti.

Dispositivi temporanei, provvisori e di riserva: i dispositivi provvisori sono quelli concessi per affrontare problemi riabilitativi nel periodo precedente la consegna dell’ausilio definitivo; i temporanei sono i presidi utilizzabili in attesa della realizzazione dei presidi definitivi. I presidi provvisori e temporanei sono prescrivibili per le donne mastectomizzate, per soggetti con enucleazione di bulbo oculare e per soggetti con amputazione di arto.