La tua ULSS cambia nome!


Dal 1 gennaio 2017, in seguito alla riorganizzazione della sanità in Veneto, ULSS 1 e ULSS 2 si uniscono nella nuova

ULSS 1

DOLOMITI

generic image
Home » Zecche
 

Zecche

Continua la sorveglianza

FELTRE: Anche quest’anno sul territorio di competenza della Ulss n. 2 prosegue il programma di sorveglianza sulle zecche.
Da anni si è preso atto che in provincia di Belluno, analogamente ad altre aree montane e pedemontane, il parassita è diffuso ovunque, anche nei giardini privati. Di conseguenza ha perso di importanza la rilevazione della presenza o meno delle zecche. Si ritiene più importante sorvegliarne la pericolosità come portatrici di patogeni ( Borrelia, Tbe,…). Pertanto, l’Ulss n. 2 ha definito un programma in collaborazione con il Laboratorio di Parassitologia dell’Istituo Zooprofilattico delle Venezie ed il Corpo Forestale dello Stato. Il programma prevede dei prelievi di zecche in primavera ed autunno in siti ove è maggiore la presenza di persone e di turisti. I periodi di maggior presenza di zecche, infatti, sono maggio/giugno e settembre/ottobre. Le zecche vengono raccolte mediante strisciate con coperte particolari ed inviate all’Istituto Zooprofilattico per la ricerca di patogeni.
A maggio di quest’anno sono ripresi i campionamenti che proseguiranno nel mese di giugno, settembre ed ottobre.
Rimangono sempre valide le indicazioni di prevenzione in merito:
all’abbigliamento idoneo per le passeggiate in aree poco coltivate e alla successiva ispezione corporea al rientro
alle norme sulla rimozione delle zecche eventualmente attaccatesi e come comportarsi in caso di morso.
In questi anni si sono verificati casi di Borreliosi di Lyme, in maggior numero e alcuni casi di TBE (meningoencefalite da zecche).
La Borrelliosi di Lyme è un' infezione batterica che evolve a stadi progressivi e può avere un decorso cronico. Solitamente (nel 60 % circa dei casi ) la malattia si manifesta con un arrossamento della pelle (eritema migrante) localizzato nella zona del morso, che compare dopo 1 - 4 settimane dalla puntura infettante. Talora l'eritema può non presentarsi e la malattia può esordire con dolore articolare, cefalea, e stanchezza.
La TBE (meningoencefalite da zecche) è una malattia virale che può avere un decorso grave perché colpisce il sistema nervoso.
Compaiono i sintomi dopo circa 7 - 14 giorni dal morso e di solito sono: febbre, mal di testa e dolori muscolari, nel 20/30 % dei casi dopo un'apparente miglioramento il quadro clinico può aggravarsi repentinamente con comparsa di febbre elevata, confusione mentale, dolori alla nuca o al dorso, perdita di sensibilità agli arti e paralisi, in questi casi si rende necessario il ricovero ospedaliero.

Feltre, 8 agosto 2016