La tua ULSS cambia nome!


Dal 1 gennaio 2017, in seguito alla riorganizzazione della sanità in Veneto, ULSS 1 e ULSS 2 si uniscono nella nuova

ULSS 1

DOLOMITI

generic image
Home » Disturbi del comportamento alimentare
 

Disturbi del comportamento alimentare

Operatività condivisa con la medicina di base

FELTRE. Oggi, nella sala convegni del Santa Maria del Prato, i professionisti del Centro per i disturbi alimentari, coordinati da Alberto Cestaro, hanno incontrato i medici e pediatri di famiglia per condividere e concretizzare linee di intervento operative per affrontare al meglio una problematica che coinvolge sempre più famiglie.
L’Ulss n. 2 aveva attivato nel marzo 2014 il Centro DCA, con sede in via Marconi a Feltre, centro di primo livello per il trattamento dei disturbi del comportamento alimentare nel quale operano due équipe multiprofessionali, una rivolta all’età evolutiva e una dedicata agli adulti, per una presa in carico precoce e multidisciplinare.
I Disturbi del Comportamento Alimentare (DCA) comprendono un complesso di forme morbose, riassuntivo di quadri clinici d'interesse psichiatrico e internistico più specificamente noti come: Anoressia nervosa, Bulimia nervosa, Disturbi del comportamento alimentare non altrimenti specificati.
I cardini organizzativi fondamentali del Centro sono la multidisciplinarietà dell’equipe, l’integrazione con la medicina di famiglia e il coordinamento sotto un’unica regia di due gruppi di professionisti composti da due psicologi, assistente sociale, pediatra e dietista per l’età evolutiva e psichiatra, psicologo e dietista per gli adulti.
Per agevolare l’interazione con la medicina di famiglia, è stato organizzato l’incontro di oggi pomeriggio dove sono intervenuti Alberto Cestaro, psichiatra e coordinatore del Centro,che ha presentato le attività in corso, Michela Marchet, psicologa dell’età evolutiva, che ha descritto gli approcci psicoterapici attuati dal gruppo e la dietista Giovanna Foschini che ha delineato l’ambito di intervento. Ampio spazio è stato lasciato alla discussione sulle parti operative relative alla segnalazione e presa in carico con la medicina di famiglia, il cui referente per il distretto per questa tematica è il dott. Antonio Saponaro, anche al fine di favorire una diagnosi precoce.
Il direttore del distretto, Alessio Gioffredi, a conclusione dell’incontro, ha sottolineato l’importanza della collaborazione strategica con la medicina di famiglia, sempre in prima linea per il riconoscimento dei bisogni delle persone assistite e del potenziamento del collegamento con i centri specializzati a livello regionale.
Positiva, in questi anni, anche la collaborazione con l’Associazione Margherita che cura in particolare il supporto alle famiglie.

Ad oggi, nel 2016, sono in carico al centro 73 persone di cui 39 sono nuovi casi. Ad oggi sono state effettuate circa 290 visite psichiatriche e circa 180 consulenze psicologiche.


Feltre, 9 novembre 2016